Banca delle ore del Comune di Rivoli – regolamento

Comune di Rivoli

Banca delle ore – regolamento

Art. 1 – Istituzione e finalità

E’ istituita una banca delle ore ad uso dei dipendenti del comune di Rivoli. La banca ha la finalità di conciliare la gestione tra tempi di vita e tempi di lavoro delle persone con particolare riguardo a chi abbia responsabilità educative e di cura nell’ambito del nucleo familiare, di gestire in modo uniforme ed elastico l’orario di lavoro, di sovvenire ed aiutare la gestione del tempo di lavoro per i dipendenti che abbiano improvvisi, gravi ed urgenti problemi personali e di famiglia.

Art. 2 – Deposito e fruizione delle ore depositate

Ad ogni fine mese, all’atto del controllo delle presenze e ove vi siano ore straordinarie prestate e non recuperate nel mese, sarà data facoltà ai dipendenti di indicare se e quante ore intendono versare nel proprio conto ore, facendo riferimento come tetto massimo alla percentuale concordata in contrattazione decentrata e secondo le modalità contrattuali e fissata in via sperimentale in 10 ore per l’ultimo trimestre 2002. Dette ore potranno essere usufruite previa autorizzazione del responsabile dell’unità operativa interessata e salvo esigenze di servizio, garantendo comunque che almeno il 3% del personale in dotazione possa usufruirne contemporaneamente. Le ore depositate non sono più liquidabili, salvo in caso di cessazione del servizio, e non fruttano interessi.

Art. 3 – Prestito di ore

E’ data facoltà ai dipendenti che abbiano istituito un deposito di ore presso la banca ore di richiedere un prestito di ore per le stesse fattispecie per le quali viene richiesta l’aspettativa non pagata per motivi di famiglia e per motivi di studio ed in alternativa od in aggiunta a questa. Il dipendente invierà richiesta motivata e indicante il piano di prestito delle ore ed il piano di rientro delle ore prestate all’Ufficio Personale. Il Dirigente responsabile vaglierà la richiesta per l’ eventuale accoglimento e potrà concordare eventuali modifiche. Il prestito non potrà eccedere il tetto massimo di 180 ore annuali. Ove il rapporto di lavoro cessasse per qualsiasi motivo, le ore non ancora effettuate nel piano di rientro verranno detratte dalle spettanze.

Art. 4 – Accesso alla banca ore

Tutti i dipendenti, ivi compresi quelli a tempo determinato, avranno accesso alla banca ore. Entro la cessazione del rapporto di lavoro, per qualsiasi motivo, le ore depositate andranno usufruite.

Art. 5 – Gestione della banca ore

La gestione della banca ore sarà effettuata dall’ufficio personale. I dipendenti avranno accesso all’estratto conto, con apposita voce in busta paga. Ogni anno dovrà essere compilato un modello statistico riassuntivo dell’andamento della banca, che verrà inviato allo Staff dei Dirigenti, alle Rappresentanze Sindacali Aziendali e al Comitato Pari Opportunità, che ne darà conto alle dipendenti nell’assemblea annuale. 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...