Modulo 3: obiettivi, contenuti, metodologie, strumenti

AREA “FORMAZIONE SPECIALISTICA”.

SCHEDA DI MODULO N° 3 DI 7

Titolo: FORMAZIONE MANAGERIALE ED ECONOMICA PER LE DONNE

Durata in ore: 40

Obiettivi del modulo:

  • Approfondire le conoscenze sulle nuove teorie per la valorizzazione della risorsa femminile nelle Organizzazioni del lavoro pubbliche private

  • Accrescere la consapevolezza che le differenze di genere dono gli elementi determinanti l’efficienza e l’efficacia di un’impresa

  • Diffondere i concetti e le pratiche della valorizzazione delle donne nei livelli decisionali e negli Organismi di governo delle imprese

  • Contribuire alla diffusione ampia di una nuova cultura gestionale, nelle imprese come nell’ambiente sociale esterno

  • Condividere criteri teorico-operativi e mettere a fuoco strategie di valorizzazione delle competenze femminili

  • Fornire elementi di riflessione su comportamenti organizzativi caratterizzati dal genere

  • Aumentare la consapevolezza dei/le partecipanti sul proprio stile professionale e sulla propria strategia di sviluppo di carriera
  • Favorire l’apprendimento di strategie di autoassessment e di autopromozione

Risultati attesi in esito all’attività formativa:

A conclusione del modulo i/le partecipanti:

  • avranno acquisito maggiori conoscenze sulle teorie e sulle pratiche finalizzate alla valorizzazione della risorsa femminile nei luoghi decisionali e nell’economia
  • avranno acquisto maggiore consapevolezza dell’indispensabilità della presenza femminile pe ril governo delle imprese e per la ripresa dell’economia
  • avranno avuto la possibilità di confrontarsi sui vincoli e sulle opportunità per una crescita della componente femminile nelle imprese
  • saranno in grado di comprendere meglio i condizionamenti legati al genere nelle dinamiche comunicative, emozionali e comportamentali delle governance aziendali
  • avranno accresciuto la propria capacità di riconoscere e affrontare le situazioni di conflitto intrapersonale e interpersonale nella gestione delle dinamiche organizzative
  • saranno dotate di maggior empowerment per il loro sviluppo professionale e personale
  • saranno in grado di sviluppare complicità di genere nella ricerca di modelli organizzativi innovativi
  • saranno dotate di conoscenze teoriche e strumenti operativi per progettare soluzioni innovative nella gestione delle risorse umane nelle Organizzazioni d’appartenenza

 

Contenuti formativi

Prima parte: Diventare Leader rimanendo donne

  • Le donne nelle Organizzazioni: aspettative di ruolo, ruoli agiti, comportamenti organizzativi, relazioni interpersonali, relazioni con il denaro

  • Le Organizzazioni e le donne: aspettative di ruolo, stereotipi di genere, cultura organizzativa

  • Donne e Organizzazione una relazione possibile riscrivendo le regole del gioco

  • Ipotesi di riscrittura delle regole organizzative a partire dal sè e dall’Organizzazione

  • Le funzioni della leadership. Le risorse interiori per diventare leader

  • Agire la leadership per una crescita individuale e collettiva (4 ore di Testimonianza Manager Impresa privata e 12 ore con Esperta di Playback theatre)

Seconda parte: La teoria della Womenomics

  • Dalla partecipazione delle donne nell’economia e nei luoghi decisionali come questione di pari opportunità e di giustizia sociale alla teoria della womenomics come questione d business. La donna motore dell’economia
  • Rivoluzione Womenomics: maggiore presenza delle donne nell’economia e nei luoghi decisionali, migliore performance economico-finanziaria e minor rischio di default delle imprese.
  • I paradigmi della womenomics: occupazione, tassi e livelli di scolarità, partecipazione alla vita politica ed economica, potere d’acquisto, competenze
  • Il “bilinguismo” di genere nelle organizzazioni
  • Una forte leadership di genere per abbattere le resistenze culturali ed organizzative
  • La legge 120/2011un’opportunità per l’affermazione di una cultura organizzativa di genere e per il miglioramento delle performance aziendali e della crescita dell’economia

Terza parte: Strategie per un cambiamento

  • Analisi delle competenze e definizione della propria strategia di sviluppo professionale
  • Stesura progetto professionale personale

Metodologie e strumenti

La comunicazione frontale è alternata a momenti di attivazione dell’aula che coinvolgono le partecipanti a partire dalle proprie esperienze nei rispettivi contesti organizzativi. Tuttavia l’approccio esperienziale privilegia tecniche di autoanalisi e di apprendimento sul campo di nuovi comportamenti facendo ricorso al teatro sociale ed in particolare al Playback theatre.

Le competenze vengono acquisite con un processo che parte dalla riflessione sul vissuto professionale delle partecipanti, a livello individuale e di gruppo, per passare a momenti di coinvolgimento diretto in simulazioni. 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...